Soci Onorari

Luogotenente dell’arma dei Carabinieri in servizio permanente effettivo. Nato a Cassino (FR) il 13 giugno 1961, si è arruolato nell’Arma nel 1978.
Il suo stato di servizio è costellato di numerosi riconoscimenti, in particolare per le indagini e le operazioni portate a termine negli anni passati al reparto operativo del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma, che hanno portato al recupero di reperti archeologici di inestimabile interesse storico e artistico.

Nata a Roma il 4-1-1947, si è laureata con lode a Roma Università “La Sapienza” nel 1970, discutendo una tesi sul centro italico di Lucus Feroniae (Capena, Roma).

 

 

Tra il 1970 e il 1975, in collaborazione con le Soprintendenze competenti, ha collaborato a campagne di scavo condotte rispettivamente nell’area urbana dell’antico centro di Lucus Feroniae (Capena, Roma), nell’antica città romana di Settempeda e nella necropoli picena di Pitino di San Severino Marche (Macerata).

 

 

Nello stesso lasso di tempo ha partecipato alla realizzazione di mostre archeologiche quali quelle dedicate alle “Nuove scoperte di antichità picene” (San Severino Marche, 1972), alla “Civiltà arcaica dei Sabini nella valle del Tevere” (Roma, CNR, 1973), alle “Nuove scoperte e acquisizioni in Etruria Meridionale” (Roma, 1975).

Nato a Roma il 17-12-1948, si è laureato in Scienze Geologiche nel 1977 – Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – con tesi sperimentale in Petrografia: “Campi di stabilità dell’Analcime alla luce dei risultati sperimentali”. In seguito ha frequentato numerosi corsi di specializzazione presso Università italiane ed estere. Entrato come funzionario direttivo nell’amministrazione dello Stato nel 1983, ha prestato servizio presso l’Istituto Centrale per il Restauro in Roma in qualità di geologo nel ruolo degli Esperti scientifici della carriera direttiva del Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali. In tale amministrazione, risulta inquadrato attualmente come geologo direttore coordinatore e presta servizio presso il Laboratorio di Prove sui Materiali dell’Istituto Centrale per il Restauro.

Nato a Sant’Antioco (CA) nel 1962, laureato in Scienza dell’amministrazione giudiziaria, è Luogotenente in servizio permanente effettivo nell’Arma dei Carabinieri.

Si è arruolato nell’Arma nel 1982, ricoprendo fra l’altro la carica di capo equipaggio presso il Nucleo Radiomobile di Roma, addetto al servizio di vigilanza e sicurezza al Sommo Pontefice Giovanni Paolo II presso la sede Pontificia di Castel Gandolfo (1987) e di comandante presso la Stazione Carabinieri di Colleferro (RM);

Ha prestato servizio presso la Sezione Archeologia del Reparto Operativo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma.

Laureatasi nel dicembre del 1971 presso l'università di Roma "La Sapienza" in Epigrafia Latina con i professori Silvio Pancera ed Ettore Paratore, discutendo una tesi sui Commentarii dei ludi saeculares, ha intrapreso sin dal giugno 1973 una fattiva collaborazione con la Berlin - Brandenburgische Akademie der Wissenschaften e la Kommission für Alte Geschichte und Epigraphik des deutschen Archaölogische instituts di Monaco per la realizzazione di un volume di supplemento al Corpus Inscriptionum Latinarum XIV sul Latium vetus (raccolta e studio di ca. 5000 documenti epigrafici editi o inediti), collaborazione che ininterrottamente si è protratta nel corso di quasi trenta anni e da più di un decennio è stata nominata unica responsabile del progetto. D'altro canto sempre costanti sono stati nel tempo i rapporti di collaborazione con la Cattedra di Epigrafia e Antichità Romane presso l'università di Roma "La Sapienza", partecipando a seminari e seguendo studenti nel lavori di tesi di laurea e di dottorato.

Fernando Gilotta è nato a Pescara il 23-5-1955. Si è laureato in Lettere con lode nel 1979 presso l’Università di Firenze, discutendo una tesi in Archeologia e Storia dell'Arte Greca e Romana dal titolo Su alcune raffigurazioni a rilievo di gutti e askoi, relatore il Prof. Enrico Paribeni.

Nel 1981 è stato allievo della Scuola Archeologica Italiana di Atene ed ha vinto il premio bandito dalla casa editrice L'Erma di Bretschneider per la pubblicazione del lavoro di tesi.

Tra 1984 e 1992 è stato ricercatore presso il Centro di Studi per l'Archeologia Etrusco-Italica del CNR.

E nato nel 1948; si è laureato in Fisica a Roma nel 1971.
Nel periodo 1976-86 ha svolto la sua attività presso la Facoltà di Medicina dell'Università de L'Aquila come Assistente e successivamente come Professore Associato. Dal 1986 svolge la sua attività presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma "La Sapienza", essendo attualmente presidente del corso di laurea in Scienze Applicate ai Beni Culturali. È il coordinatore nazionale dei corsi di studi di Conservazione e restauro aperti, a seguito della recente riforma universitaria.

 E' nato ad urbino, ha compiuto i suoi studi artistici presso la locale Accademia di Belle Arti, specializzandosi in calcografta sotto la guida del Maestro Leonardo Castellani ritenuto un vero e proprio "genio' della tecnica incisoria. Nel 1940-41, quando Donnini ha iniziato Le sue esperienze all'Istituto d'Arte di Urbino, era direttore il Prof Mario Delitala di Sassari. Donnini ha anche frequentato, con molto profitto, l'Istituto per l'illustrazione e Decorazione del Libro, sempre ad Urbino, divenendo poi docente di disegno e calcografiaa. Fresco di titolo, ha partecipato a Roma, nel 1948, ad un concorso dell'Istituto Poligrafico dello Stato e nel gennaio 1949 è entrato a far pane del prestigioso gruppo di incisori del Centro Filatelico, nato per felice iniziativa dell'ex direttore generale del Poligrafico, avv. Vittorio Morgera; il Donnini si è trasferito così a Roma.

Il Generale di Divisione dell'Arma dei Carabinieri Roberto Conforti ha comandato dal 1991 al 2002 lo speciale reparto dell'Arma preposto alla tutela del patrimonio artistico.

Ufficiale di vasta esperienza maturata in variegati incarichi ricoperti in più zone dell'Italia, dal Friuli alla Sardegna, all'Emilia Romagna, alla Campania, all'Abruzzo, al Lazio. Dal 1985 ha retto il Comando del Reparto Operativo di Roma, oltremodo impegnato in quel periodo nella lotta all'eversione e alla criminalità organizzata.

 Nata a Roma il 31-10-1949, si è laureata in Archeologia e Storia dell'Arte Greca e Romana nel 1974, discutendo una tesi sui sarcofagi romani a ghirlande con scene decorate nell'encarpio.

Dal 1980 è Ispettore Archeologo presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, dove è responsabile del territorio pertinente alla provincia di Rieti e coordinatore scientifico del Settore di Archeologia Preromana.

Ha al suo attivo numerose campagne di scavo e restauro (anche all'estero) in qualità progettista e direttore dei lavori.

Anna Maria Reggiani, laureata in archeologia, emiliana di nascita, romana d'adozione e formazione, è stata Soprintendente per i Beni archeologici del Lazio, Direttore generale per l'archeologia e Direttore generale regionale per i Beni Culturali e paesaggistici per l'Abruzzo. Ha terminato la sua carriera in Abruzzo, ove ha vissuto in prima persona tutte le fasi del terremoto del 6 aprile 2009. Per la sua attività di salvataggio delle opere d'arte ha ricevuto il Premio Rotondi, nel settembre del 2010.

Associazione Nomentana di Storia e Archeologia onlus

L'Associazione Nomentana di Storia e Archeologia Onlus è stata fondata nel 1995 allo scopo di promuovere lo studio della storia e la tutela dei beni archeologici e monumentali del territorio nomentano, cornicolano e della Sabina Romana

Ultime notizie

27 November 2016
27 November 2016
 

Search