Soci Fondatori

Salvatore G. VICARIO, medico (per amore) e scrittore (per passione), ha lasciato la Sicilia al compimento del ciclo universitario, portandone sempre dentro la nostalgia: ha suggerito l’inserimento del paese nativo, Galati Mamertino, a Virginio Sabel nel programma televisivo Questa nostra Italia, Sicilia (1968) e a Federico Zeri, suo amico per trentasei intensi anni, nel volume della Storia dell’arte italiana (vol. 8, 1981).

E’ medico chirurgo, specialista in Ostetricia e Ginecologia; giornalista pubblicista; è stato collaboratore dell'Istituto della Enciclopedia Italiana di G. Treccani per il "Dizionario Biografico degli Italiani", del Centro di studi filologici e linguistici siciliani, Dipartimento di Scienze filologiche e linguistiche, Facoltà di Lettere e Filosofia (Giovanni Ruffino) e del Centro Studi Filologici e Linguistici Siciliani, Opera del Vocabolario Siciliano (a cura di Giovanni Tropea); è saggista particolarmente prolifico (i saggi più significativi sono raccolti in Fascina, Roma 1991).

Nato a Guidonia Montecelio il 20 febbraio 1950
Coniugato con la professoressa M. P., 2 figlie.

Titoli di studio

 Diploma di Liceo Classico conseguito presso il Liceo Ginnasio Statale Amedeo di Savoia di Tivoli
Laurea in Lettere classiche conseguita presso l’Università “la Sapienza” di Roma
Corso su Archeologia e Sviluppo presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, sessione estiva Cortona AR.
Laurea Honoris Causa in Scienze del Turismo conferita da Libera Facoltà di Studi e Ricerche sul Turismo, Caserta.
Diploma di conciliatore professionista, livello europeo, accreditato Ministero Giustizia.
Partecipazione a vari seminari di studio su argomenti attinenti la PA.

È archeologo e socio fondatore dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia onlus (ANSA onlus).

Nell’ambito delle pubblicazioni dell’ANSA onlus ha pubblicato:
-in Salvatore G. Vicario, Fonte nuova entra nella storia (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma 2004) il saggio: Eugenio Moscetti, Alessandro La Porta, Tra Nomentum e Ficulea, il territorio archeologico di Fonte Nuova, pp. 137-199;

Associazione Nomentana di Storia e Archeologia onlus

L'Associazione Nomentana di Storia e Archeologia Onlus è stata fondata nel 1995 allo scopo di promuovere lo studio della storia e la tutela dei beni archeologici e monumentali del territorio nomentano, cornicolano e della Sabina Romana

 

Search