Dott Alessandro De Luigi

User Rating: 1 / 5

Star ActiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Ha conseguito il Diploma di maturità classica nel 1989 presso il Liceo Ginnasio Statale “Orazio” a Monterotondo (Roma).
Ha conseguito la Laurea in Lettere il 09/07/1996 presso la cattedra di Etruscologia e Antichità italiche (Prof.ssa G. Bartoloni) dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” ottenendo il punteggio di 110/110 e Lode.  Il titolo della tesi è Il rivestimento fittile del tempio di Mater Matuta a Satricum ed i suoi rapporti con la produzione coroplastica etrusco-italica.
Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Archeologia (Classica) il 27/03/2001 presso la cattedra di Etruscologia e Antichità dell'Italia Preromana (Prof. G. Colonna) presso la I Scuola di Specializzazione in Archeologia all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", con il punteggio di 70/70 e Lode. Titolo della tesi: Il territorio degli Equi prima della conquista romana.

Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Archeologia (Etruscologia) il 16 aprile 2004, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, discutendo una tesi dal titolo Per una definizione della facies culturale degli Aequiculi, con il coordinamento del Prof. G. Colonna, ed una commissione d'esame composta dai Proff. G. Camporeale, G. Sassatelli e G. Tagliamonte. La tesi è in corso di pubblicazione.

Nel novembre 2000 ha superato anche il Concorso di Abilitazione all'insegnamento di Materie letterarie nella Scuola secondaria inferiore (classe A043), Materie letterarie nella Scuola secondaria superiore (classe A050), Materie letterarie e Latino nella Scuola secondaria superiore (classe A051).

Il 30/12/2009 Ha conseguito l’Abilitazione con patentino all’esercizio dell’attività di Guida Turistica in Lingua Italiana e Inglese presso la Provincia di Roma

Il 12/07/2012 ha conseguito il Diploma di master di I livello in: “Insegnare nel terzo millennio: competenze metodologico-didattiche per la costruzione di saperi condivisi” (1500 H – 60 CFU) presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma. Titolo della tesi: Il rapporto uomo-donna nelle dinamiche educative nel terzo millennio.

Il 9/07/2013 ha conseguito il Diploma di master di I livello in: “La consulenza pedagogica nei contesti educativi di formazione permanente” (1500 H – 60 CFU) presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma. Titolo della tesi: Le sfide nell’educazione del terzo millennio. Tra integrazione ed emarginazione.

Nel 2014 ha partecipato al Corso di formazione “Paesaggio e Identità per uno statuto dei luoghi”, organizzato dalla Provincia di Roma, riconosciuto dal MIUR-Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio.

Esperienze di scavo archeologico
Partecipazione ad una campagna di scavo in località Gallicano-Corcolle (Roma) sotto la direzione del Prof. F. Zevi (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana), dal 29-9 al 25-10 1994;
Partecipazione ad una campagna di scavo in località Gallicano-Corcolle (Roma) sotto la direzione del Prof. F. Zevi (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana), mese di giugno 1995;
Partecipazione ad una campagna di scavo in località Gallicano-Corcolle (Roma) sotto la direzione del Prof. F. Zevi (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana), mese di giugno 1996;
Partecipazione ad una campagna di scavo in località Gallicano-Corcolle (Roma) sotto la direzione del Prof. F. Zevi (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana), dal 15-6 al 10 -7 1998;
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico in località Veio-Piazza d’Armi (Roma) sotto la direzione della Prof. G. Bartoloni (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Etruscologia e Antichità italiche), mese di ottobre 1996.
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico in località Veio-Piazza d’Armi (Roma) sotto la direzione della Prof. G. Bartoloni (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Etruscologia e Antichità italiche), mese di ottobre 1997.
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico presso l’antico sito di Crustumerium (Roma) sotto la direzione del Dott. F. di Gennaro (Soprintendenza Archeologica di Roma, IV Circoscrizione), mese di settembre 1996.
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico presso l’antico sito di Crustumerium (Roma) sotto la direzione del Dott. F. di Gennaro (Soprintendenza Archeologica di Roma, IV Circoscrizione), mese di agosto 1998.
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico in località Pugiano-S. Gimignano (SI) sotto la direzione della Prof. G. Bartoloni (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Etruscologia e Antichità italiche), mese di maggio 1998.
Partecipazione ad una campagna di scavo archeologico in località Veio-Piano di Comunità (Roma) sotto la direzione del Prof. G. Colonna (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Etruscologia e Antichità italiche), dal 22-6 al 26-6 1998.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 9-9 al 21-10-1998.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 24-11-1999 al 20-01-2000.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 19-06 al 27-07-2000.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 25-03 al 13-05-2002.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 3-10 al 22-12-2003.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 15-10 al 23-12-2004.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 20-9 al 11-11-2005.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 16-7 al 31-7-2007 e dal 1-7 al 25-7-2008.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), nel mese di luglio 2009.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso le c.d. Terme di Cotilia a Cittaducale (RI), sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), nei mesi di luglio e agosto 2010.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso la necropoli equicola in località Cartore di Brogorose (RI), sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 7-4 al 16-5-1999.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso la necropoli equicola in località Cartore di Brogorose (RI), sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 12-9 al 27-11-2000.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso la necropoli equicola in località Cartore di Brogorose (RI), sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 5-11 al 7-12-2001.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico ad una campagna di scavo presso il santuario romano-sabino in località Rieti-Colle S. Basilio, sotto la direzione della Dott.ssa G. Alvino (Soprintendenza Archeologica per il Lazio), dal 9-6 al 1-8-2003.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico allo scavo, per conto della Soc. Coop. ‘Tellus’, in località Monti di S. Paolo-Acilia (Roma) sotto la direzione del Dott. A. Pellegrino (Soprintendenza Archeologica di Ostia), dal 26-10 al 30-12-1998.
Partecipazione in qualità di responsabile scientifico allo scavo a Roma nel cantiere IKEA per conto della Pragma s.r.l. sotto la direzione del Dott. R. Egidi (Soprintendenza Archeologica di Roma), dal 3-4 al 9-6-2000.
Ha effettuato sopralluoghi sui cantieri ACEA nelle località Acilia e Casal Bernocchi (Roma) per conto della Soc. Coop. ‘Tellus’ (1998-1999) e della Soprintendenza Archeologica di Ostia (dott. A . Pellegrino)
Ha effettuato sorveglianza archeologica in cantieri della STA a Roma (v.le Castrense) per conto della ‘Pragma’ s.r.l e della Soprintendenza Archeologica di Roma (2000).
Ha effettuato sorveglianza archeologica nel cantiere della Ergpetroli a Roma (via delle Valli), per conto della Soprintendenza Archeologica di Roma (dott. F. di Gennaro) nel marzo 2005.
Ha effettuato sorveglianza archeologica a Grottaferrata (RM) loc. Colle delle Ginestre per conto della Soprintendenza ai Beni Archeologici per il Lazio (dott. ssa G. Ghini) nel settembre 2005.
Ha effettuato sorveglianza archeologica nel cantiere della Ergpetroli a Roma (via di Tor di Quinto), per conto della Soprintendenza Archeologica di Roma (Isp. arch.tto Leonetti) tra il dicembre 2005 e il gennaio 2006.
Ha effettuato ricognizioni nel territorio del Comune di Ponzano Romano finalizzate alla compilazione di schede di sito per la Regione Lazio (2000).

Altre esperienze professionali
Ha svolto le mansioni di bibliotecario nel 1994 e 1995 nella biblioteca dell’Istituto di Etruscologia e Antichità italiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, usufruendo di una borsa di studio per collaborazione studenti.
Ha collaborato alla pubblicazione dei volumi “I sepolcreti di Ornavasso” della Dott. P. Piana Agostinetti, eseguendo alcune traduzioni dalla lingua tedesca di articoli scientifici e curando il lavoro di scansione delle immagini.
Ha frequentato due seminari sulle tecniche dell’oreficeria antica presso il Laboratorio di Archeometria ed Archeologia sperimentale a Murlo (SI), sotto la direzione del Prof. E. Formigli: Tecniche dell'oreficeria antica (25-30 agosto 1997), e Fibulae. Dalla protostoria all'alto Medioevo (7-10 settembre 1998)
Ha collaborato con la Provincia di Roma (1998-99) per la stesura dei piani di assetto di quattro aree protette (Nomentum, Gattaceca, Monte Soratte, Monte Catillo).
E’ stato impegnato nella redazione di schede RA e schede di precatalogo dei materiali rinvenuti presso il tumulo Montariolo a Corvaro di Borgorose (RI) e nei tumuli della necropoli di Cartore, su commissione della dott.ssa G. Alvino.
Fa parte di un gruppo di ricerca coordinato dalla dott.ssa G. Alvino finalizzato allo studio dei materiali del tumulo di Corvaro di Borgorose (RI).
Ha frequentato un Corso di studi sul DNA antico (2000) presso la Cattedra di Biologia Molecolare dell'Università di Roma "Tor Vergata" (Prof. O. Rickards).
Partecipazione ai lavori della Summer School presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia Classica e Medioevale dell'Università degli Studi di Lecce, sul tema "Contestualizzare la ceramica greca. Nuove metodologie nello studio delle produzioni artigianali dell'antichità classica" (Proff. F. D'Andria, C. Morgan, G. Semeraro), dal 28-6 al 7-7-2001.
Collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici per il Lazio (ispettrice dott.ssa G. Alvino) nell'allestimento e nella redazione del testo del catalogo della mostra "Gli Equicoli. I guerrieri delle montagne", tenutasi a Cartore di Borgorose (RI) dal 7 giugno al 3 ottobre 2004.
Collaborazione con la Direzione Generale delle Antichità (dott.ssa A.M. Reggiani) per l'organizzazione del convegno L'ombelico d'Italia. Popolazioni preromane dell'Italia Centrale, tenutosi a Roma il 17 giugno 2005 presso il complesso monumentale del S. Michele.
Ricognizione del materiale archeologico di Rieti-Colle S. Basilio conservato nel Museo archeologico di Rieti, commissionata dalla dott.ssa G. Alvino della SBAL, nei mesi di febbraio e marzo 2007.
Ha partecipato alla redazione del Catalogo della mostra Reate e l’Ager Reatinus, svoltasi a Rieti nel 2009, nell’ambito del Bimillenario Vespasianeo.
Attualmente collabora con l’Università di Roma “La Sapienza” (Istituto di Etruscologia e Antichità Italiche, prof. G. Colonna e dott. L. Michetti e D. F. Maras) ad un gruppo di ricerca sulle fonti per la storia etrusca. Collabora anche con la stessa cattedra con la dott.ssa L. Michetti e il dott. D.F. Maras e con il direttore della British School of Rome Prof. Christopher Smith ad un gruppo di ricerca sulle fonti letterarie per la storia dei Sabini.
Attualmente collabora con la dott.ssa G. Alvino allo studio del materiale archeologico del Cicolano conservati nei magazzini della Soprintendenza ai Beni Archeologici per il Lazio (SBAL)

Attività nelle scuole
Nel 2002 è stato impegnato come docente supplente di materie letterarie e latino (classe A051) presso i licei classici "G. De Sanctis" e "Socrate", ed il liceo Scientifico "Cavour" di Roma.
Nel 2004 è stato impegnato come docente supplente di materie letterarie e latino (classe A051) a Roma presso il Liceo classico "G. De Sanctis", Monterotondo (Roma) presso il Liceo scientifico "G. Peano", e come docente supplente di Materie letterarie (classe A050) a Roma presso l'Istituto magistrale Giordano Bruno.
Dal 12 gennaio al 14 giugno del 2005 è stato impegnato come docente supplente di Materie letterarie e latino (classe A051) a Roma presso il Liceo classico "G. De Sanctis"; dal 12 marzo al 15 giugno 2005 è stato impegnato come docente supplente di Materie letterarie e latino (classe A051) a Monterotondo presso il Liceo Scientifico "G. Peano".
Dal 20 Ottobre al 20 dicembre 2005 è stato impegnato come docente supplente di Materie letterarie e latino (classe A051) a Monterotondo presso il Liceo Scientifico "G. Peano".
Dal 17 Gennaio al 6 Giugno 2006 è stato impegnato come docente supplente di Italiano, storia e geografia /classe A043) a Monterotondo presso l’Istituto comprensivo “Giovagnoli”.
Il 1 settembre 2006 è stato immesso come docente di ruolo di Materie letterarie e latino (classe A051) ed assegnato provvisoriamente al Liceo Scientifico “Peano” di Monterotondo.
Dal novembre 2006 è presso il Liceo Scientifico Statale “G. Peano” di Monterotondo il coordinatore del Progetto Archeologia, che mira ad avviare i ragazzi alla conoscenza storico-archeologica del territorio e dei principi metodologici della disciplina, in collaborazione con il Museo archeologico Territoriale di Monterotondo e la Soprintendenza ai Beni Archeologici del Lazio.
Dal 2010 presso il Liceo Scientifico Statale “G. Peano” di Monterotondo è il coordinatore del Progetto Cineforum.
Dal 2003 al 2007 ha collaborato con il Museo Archeologico di Rieti ed il Liceo classico ‘Varrone’ della stessa città ad un progetto didattico di archeologia per la scuola.

Pubblicazioni
Un’iscrizione funeraria romana conservata nella sagrestia del Duomo di Monterotondo: risultati di una ricerca preliminare, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia IV (1998), pp. 34-40.

Camilla, le Amazzoni e i Volsci. Alcune osservazioni circa il significato del ciclo decorativo del tetto del secondo tempio di Mater Matuta a Satricum, in Mededelingen van het Nederlandse Instituut te Rome 57 (1999), pp. 221-245.

Gli archetipi letterari dell'iscrizione metrica C.I.L. XIV 3940 conservata nel duomo di Monterotondo: primi risultati di una ricerca, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n.1  (2000), pp. 59-62.

L'età del Ferro nel Fucino: nuovi dati e puntualizzazioni (in collaborazione con S. Cosentino, V. d'Ercole, G. Mieli), in Il Fucino e le aree limitrofe nell'antichità (Atti del II convegno di Archeologia in ricordo di Antonio Mario Radmilli e Giuliano Cremonesi, Museo di Preistoria, Celano-Paludi 26/28 novembre 1999), Avezzano 2001, 175-204.
 
L’iscrizione in distici sulla lapide di Cornelio Vanicelli nel Duomo di Monterotondo: alcune brevi osservazioni, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 4 (2003), pp. 102-107.

L’immagine degli Equi nelle fonti letterarie, in Studi Etruschi vol. LXIX, Serie III (2003), 145-179.
Per una definizione della facies culturale degli Aequiculi, Tesi di Dottorato, Roma 2004.

Su alcune fibule del gruppo 'Certosa' dall'ager Aequiculanus, in Lazio e Sabina, 3 (Atti del convegno novembre 2004), Roma 2006, pp. 115-118.

Le ricerche nella terra degli Aequiculi nell'Ottocento: i disegni e gli appunti di Giuseppe Simelli ed Edward Dodwell, in A. M. Reggiani (ed.), L'ombelico d'Italia. Popolazioni preromane dell'Italia Centrale (preprint degli Atti del Convegno di Roma, 17 maggio 2005), Roma 2005, pp. 25-26.

Le ricerche nella terra degli Aequiculi nell'Ottocento: i disegni e gli appunti di Giuseppe Simelli ed Edward Dodwell, in A.M. Reggiani (ed.), L'ombelico d'Italia. Popolazioni preromane dell'Italia Centrale (Atti del Convegno di Roma, 17 maggio 2005), Roma 2007, pp. 55-65.

Una nuova iscrizione latina medievale da Monterotondo, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 6 (2005) pp. 123-127.

Quattro iscrizioni latine del XVII e XVIII secolo da Monterotondo: alcune osservazioni, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 7 (2006) pp. 56-60.

Materiale ceramico di Età Romana Repubblicana da un’area archeologica nel Comune di Guidonia: due esempi, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 8 (2007) pp. 138-140.

L’iscrizione latina degli altari privilegiati nella chiesa di S. Maria delle grazie a Monterotondo: alcune precisazioni, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 8 (2007) pp. 119-121.

Le battaglie garibaldine di Monterotondo e Mentana in un monumento di Firenze, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 8 (2007) pp. 146-148.

Recensione a: Perduti o dimenticati. I reperti archeologici di Nomentum (Catalogo della mostra fotografica), Fonte Nuova 2007 (a cura di E. Moscetti), in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 8 (2007) pp. 268-269.

Due epigrafi medievali metriche dal territorio di Palombara Sabina: osservazioni e riflessioni, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 9 (2008) pp. 163-168.

Schede nn. 8-14 (Fianello Sabino), 55, 56, 59, 61, 65, 66 (Rieti-Colle S. Basilio), 126, 127 (Rieti-Poggio Fidoni), in A. De Santis (a cura di), Reate e l’Ager Reatinus.Vespasiano e la Sabina: dalle origini all’impero, Catalogo mostra Rieti 8 maggio – 22 novembre 2009, Roma 2009, pp. 147-149, 156-157, 166-167.

Recensione a: L’ombelico d’Italia. Popolazioni preromane dell’Italia Centrale (Atti del Convegno di Roma, 17 maggio 2005), Roma 2007, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 10 (2009), pp. 105-106.

Recensione a: Marchetti, Bruno (a cura), Statutum Palumbariae. 1562. Lo Statuto di Palombara Sabina, Roma 2007, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 10 (2009), pp. 106-107.

Recensione a: De Santis Andrea (a cura di), Reate e l’Ager Reatinus.Vespasiano e la Sabina: dalle origini all’impero, Catalogo mostra Rieti, Roma 2009, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 10 (2009), pp. 107-108.

Le battaglie di Eretum nell’età dei re. Alcune osservazioni sulle Antichità Romane di Dionigi di Alicarnasso, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 10 (2009), pp. 33-40.

Due iscrizioni latine del Seicento della famiglia Orsini a Monterotondo, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 12 (2011), pp. 12-16.

La battaglia dell’Allia e l’invasione gallica di Roma tra storia e leggenda, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 13 (2012), pp. 7-15.

Il nuovo Museo Archeologico Multimediale di Monterotondo, in Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, n.s., n. 14 (2013-2014), pp. 49-54.

Equi ed Equicoli tra storia e archeologia, in F. Verga, Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica. Il caso del vicus di Nersae, Pisa-Roma 2011, pp. 23-34.

Associazioni
E’ vicepresidente della ”Associazione Nomentana di Storia e Archeologia” a Mentana (Roma), e collabora alla redazione degli Annali pubblicati dall’Associazione stessa.
Ha  collaborato con la Segreteria generale dell’Associazione Nazionale “Italia Nostra” per la tutela del patrimonio storico artistico e naturale della Nazione, durante il servizio civile, nel 1997.

Lingue straniere
Conosce la lingua inglese, tedesca e francese, scritte e parlate.
Ha frequentato un corso intensivo di lingua tedesca (1996) presso il Did-Deutsch Institut a Monaco di Baviera.
Ha svolto lavoro di ricerca dal 14-5 al 12-6-2002 nell'ambito del dottorato a Londra presso gli archivi del Sir John Soane’s Museum  e del British Museum in una ricerca finalizzata alla tesi di Dottorato.

Associazione Nomentana di Storia e Archeologia onlus

L'Associazione Nomentana di Storia e Archeologia Onlus è stata fondata nel 1995 allo scopo di promuovere lo studio della storia e la tutela dei beni archeologici e monumentali del territorio nomentano, cornicolano e della Sabina Romana

 

Search